le proteste del M5S quando è stata presa  la decisione di invertire l'ordine dei lavori e passare subito all'esame del ddl di ratifica ed esecuzione dell'accordo tra Albania, Grecia e Italia, sul progetto “Trans adriatic pipeline”. Un gasdotto che partirebbe dalla Puglia e arriverebbe fino a Venezia con gravissimi danni per l’asfittico Adriatico.